Piccolo Rifugio Onlus
Mamma Lucia Fondatrice del Piccolo Rifugio ONLUS
Residenze per disabili
Piccolo Rifugio: sei case che sono anche famiglia per circa cento persone con disabilità, in tutta Italia. Fondatrice: la serva di Dio Lucia Schiavinato.
> Home > News > Brasile – Casa Aurora, il ringraziamento di Francisca e Janailton
Brasile – Casa Aurora, il ringraziamento di Francisca e Janailton
(0) Commenti

giovedì 30 aprile 2009

"Carissime e carissimi amici del Piccolo Rifugio di San Donà, è con grande gioia che condividiamo un po' con voi questo momento"
Comincia così la lettera che la Volontaria della Carità Francisca ha scritto ai generosi di San Donà e dintorni che hanno offerto un contributo per il progetto della casa degli adolescenti "Casa Aurora" (è lo stabile nella foto), realizzato, e gia' operativo, in un appartamento preso in affitto a Castelo Branco, un quartiere di Salvador de Bahia (mappa), Tra i sostenitori ricordiamo ad esempio la raccolta fondi organizzata dall'asilo nido sandonatese "Il nido dei cuccioli".
La casa serve ad accogliere chi, al compiere i 18 anni, dovrebbe lasciare il vicino orfanotrofio educandario gestito dalle Volontarie della Carità e fare ritorno in famiglia. "Ma sono pochi quelli che hanno una famiglia - racconta Francisca nel suo scritto - e, anche se c'è, è una famiglia in situazione critica sia dal punto di vista psicologico che economico, e quindi non in grado di accogliere i ragazzi".
"Grazie al vostro aiuto - continua Francisca - possiamo dare inizio al nostro piccolo progetto: la casa Aurora per adolescenti nella quale al momento si trova l'adolescente Janailton (nella foto piccola), che è molto felice". Per adesso, infatti c'è un solo ospite. Con lui Luisa Ceotto (nella foto), una signora di Pieve di Soligo (Tv) che ha deciso di trascorrere un periodo di volontariato a Salvador.
Ma altri adolescenti sono in arrivo. A giugno, in particolare, una volta compiuti i 18 anni, è atteso Luca "che ha da poco perso la mamma che era l'unico punto di riferimento della sua famiglia, pur avendola conosciuta solo appena prima che morisse".
E questo è solo l'inizio, naturalmente. "La casa - prosegue la lettera - rimane a disposizione di altri giovani che possano trovarsi in situazione di rischio".

E Janailton ci dice "Obrigado"

Assieme a questa lettera ne è arrivata anche una piu' breve scritta di proprio pugno da Janailton, il primo abitante di Casa Aurora. "Vi ringrazio in modo particolare per l'aiuto che ci state dando!", esordisce Janailton. "Mi dispiace tanto- prosegue - per gli altri adolescenti che sono usciti dall'orfanotrofio senza la possibilità (di venire a Casa Aurora)".
Per parte sua, pare determinato a sfruttare al massimo l'opportunita' che gli viene data, il dono dell'accoglienza che riceve. "Sono certo - afferma - che con gli orientamenti che ora sto ricevendo potro' cambiare la situazione della mia vita".
Porta non uno ma tre punti esclamativi il suo conclusivo "obrigado", cioè grazie, firmato: "con affetto speciale dall'adolescente Janailton".
In allegato le versioni integrali delle lettere di Francisca e Janailton, comprensive di originale portoghese. La traduzione è stata curata dalla Volontaria della Carita' Silvia Fazzari.
Per informazioni sui progetti in Brasile, e per il sostegno a "Casa Aurora" o agli altri progetti, rivolgersi al Piccolo Rifugio di San Dona' allo 0421 330344. O scrivere a ufficiostampa@piccolorifugio.it

 

Commenti:
Commenta questa news:

Galleria immagini:
Brasile – Casa Aurora, il ringraziamento di Francisca e JanailtonBrasile – Casa Aurora, il ringraziamento di Francisca e JanailtonBrasile – Casa Aurora, il ringraziamento di Francisca e JanailtonBrasile – Casa Aurora, il ringraziamento di Francisca e Janailton