Piccolo Rifugio Onlus
Mamma Lucia Fondatrice del Piccolo Rifugio ONLUS
Residenze per disabili
Piccolo Rifugio: sei case che sono anche famiglia per circa cento persone con disabilità, in tutta Italia. Fondatrice: la serva di Dio Lucia Schiavinato.
> Home > News > Welfare di comunita', convegno a Vittorio Veneto venerdi' 22 febbraio 2019
Welfare di comunita', convegno a Vittorio Veneto venerdi' 22 febbraio 2019
(0) Commenti

lunedì 4 febbraio 2019

Il Gruppo Wel.Com.E. (Welfare di Comunità Ecosostenibile), costituito da Cooperativa Sociale FAI, Fondazione Piccolo Rifugio e Terra Fertile società cooperativa sociale Onlus, organizza per il 22 febbraio 2019 il Convegno "Welfare di Comunità: sfide, rischi e prospettive per il territorio".
L'evento si terrà nell'Aula Civica del Museo della Battaglia a Vittorio Veneto dalle 9 alle 17.

L'iniziativa ha ottenuto il patrocinio della Regione Veneto, dell'ULSS2 Marca Trevigiana, del Comitato dei Sindaci dell'Ulss2, del Comune di Vittorio Veneto, della Fondazione di Comunità Sinistra Piave, della Camera di Commercio di Treviso-Belluno Dolomiti e di Assindustria Veneto Centro.


La partecipazione all'evento è libera e gratuita, previa iscrizione alla Segreteria Organizzativa: Terra Fertile scs onlus, 0438 - 501744, welcomegruppo@gmail.com

Convegno Welfare di Comunità: scarica il comunicato stampa

Convegno Welfare di Comunità: programma completo e brochure

Convegno Welfare di Comunità: scaletta dei lavori

CONVEGNO "WELFARE DI COMUNITÀ: SFIDE, RISCHI E PROSPETTIVE PER IL TERRITORIO"

22 febbraio 2019
Aula Civica del Museo della Battaglia a Vittorio Veneto

Sono ormai chiari gli ambiti di intervento a cui le imprese di comunità devono fare riferimento per lo sviluppo del welfare di domani. Tali ambiti sono:
 agricoltura sociale;
 scuole d'infanzia e servizi educativi;
 turismo sociale;
 assistenza territoriale per la non autosufficienza;
 salute mentale;
 housing sociale - "Dopo di Noi";
 sviluppo locale e cooperative di comunità;
 aree urbane e processi di partecipazione;
 auto-imprenditoria e lavoro come strumenti di inclusione sociale;
 riduzione delle diseguaglianze, delle forme di esclusione sociale e lotta alle povertà;
 welfare integrativo e aziendale.
(vedi documento assembleare 2018 di Federsolidarietà Nazionale)

Con il Convegno "Welfare di Comunità: sfide, rischi e prospettive per il territorio" vorremmo focalizzare l'attenzione sulle progettualità innovative a livello nazionale spostandoci poi sul nostro territorio, evidenziandone i segnali di cambiamento, esplorando le potenzialità ancora inespresse, perseguendo i seguenti obiettivi:

1. Sviluppare il dialogo avviato nel precedente convegno del 24 marzo 2017, "Ecosistemi di vita e lavoro", sulle tematiche del welfare di comunità;
2. Istituire una Cabina di regia, condotta in co-progettazione tra WelComE, Pubblica Amministrazione, Associazioni, Imprese, Fondazione di Comunità eccetera, per individuare e promuovere nuove azioni di welfare di comunità.
3. Proporre un accordo di rete (in cui almeno uno degli interlocutori non sia attivo nel privato sociale) che lavori ad una proposta concreta di un nuovo servizio per l'abitare e/o l'inclusione sociale e lavorativa (laboratorio applicativo della L.112 - vedi art.3 DGR Veneto 154 / 16-02-2018

logo convegno

IL GRUPPO WELCOME

Welfare di Comunità Ecosostenibile
Il "Gruppo WelComE" è composto dalla Cooperativa Sociale FAI di Pordenone, dalla Fondazione Piccolo Rifugio e da Terra Fertile società cooperativa sociale Onlus, entrambi di Vittorio Veneto.
È un gruppo informale che rappresenta la naturale evoluzione del Coordinamento Enti Gestori dei Servizi alla Disabilità del territorio dell'ex Ulss 7, attivo fin dal 2010.
Il Gruppo WelComE è un gruppo di lavoro che promuove lo sviluppo "inclusivo del territorio" orientato verso la protezione sociale e socio sanitaria, il lavoro e l'inclusione, il territorio e la comunità.
L'intento è quello di contribuire alla costruzione di un Welfare di Comunità che possa tutelare le persone, i beni comuni, abbracciando sempre più il concetto di sviluppo locale e sostenibile.
WelComE mira alla creazione di reti territoriali costituite da Enti Pubblici, Imprese Profit, soggetti del Terzo Settore, Fondazione di Comunità ed altre Fondazioni private, per sviluppare nuove capacità di risposta a domande di protezione sociale sempre più complesse.
Si ispira ad un modello imprenditoriale di rete capace di organizzare la solidarietà nel territorio.
Il Gruppo mette a frutto le esperienze di ogni componente (FAI, Piccolo Rifugio e Terra Fertile) nel campo dei servizi alla disabilità: comunità alloggio, gruppi appartamento, centri diurni, servizi domiciliari, servizi di formazione e orientamento al lavoro e di inserimento lavorativo.
Ad oggi i componenti del gruppo hanno attuato una politica di investimento costante in termini di risorse economiche, organizzative, di pensiero, in servizi e progetti a favore di persone svantaggiate e disabili del territorio.
Ad agosto 2018 ha presentato all'Ulss 2 un progetto di rete in base alla Legge sul "Dopo di Noi" che prevede l'attivazione di due appartamenti protetti e attività socializzanti ed inclusive diurne.
A Marzo 2017 il Gruppo ha organizzato un Convegno dal titolo "Ecosistemi di vita e lavoro: le nuove frontiere del Welfare", prima tappa di un percorso di sensibilizzazione nel nostro territorio sul concetto di "Secondo Welfare".
L'obiettivo era avviare un confronto tra attori economici e sociali - quali imprese, sindacati, enti locali, organizzazioni del terzo settore - capaci di affiancarsi al primo welfare, di natura pubblica e obbligatoria, e di mobilitare risorse aggiuntive per rispondere a bisogni e aspettative crescenti in un contesto socioeconomico sempre più complesso ("Secondo Welfare").

Commenti:
Commenta questa news: